Alumni

Visioni Lunari
Concerto degli Allievi di Composizione
Sabato 21 Dicembre 2019 - Ore 16.00
Auditorium Shigeru Ban


Programma

Proiezione del video “Evolution of the moon” prodotto da “NASA Goddard” Musiche di Ilkay Bora Oder

Francesco Serone "E' tramontata la luna", per sax baritono e pianoforte
Francesco Serone sax bar., Davide D'Andrea pf.
"...La notte è al suo mezzo..." (Saffo)

Nadia Rastelli "Sulla luna", per clarinetto, pianoforte e voce recitante
Alessandro Lemmo cl., Jacopo Petrucci pf.,Morena Rastelli voce recitante
(Gianni Rodari)

Roberto Bisegna "O falce di luna calante", per soprano e chitarra
Sara Pastore sopr., Roberto Bisegna chit.
"...O falce d'argento qual mèsse di sogni ondeggia al tuo mite chiarore qua giù!..." (Gabriele D'Annunzio)

Giordano D'Alfonso "Notte di luna", per pianoforte.
Giordano D'Alfonso pf.
"Era come se il cielo avesse baciato silenzioso la terra..." (Eichendorff)

Alessandro Cotroneo "Lied vom meer", per soprano e pianoforte
Sara Pastore sopr., Alessandro Cotroneo pf.

Daniele Lombardi "A Voyage to the moon", per pianoforte
Daniele Lombardi pf.

Simone Morgia "Ode", per clarinetto e pianoforte
Alessandro Lemmo cl., Simone Morgia pf.
"...Come la luna in ogni lago tutta risplende, perchè in alto vive." (Fernando Pessoa)

Emanuele Marino "Eclissi", per pianoforte
Jacopo Petrucci pf.
"Non più la luna è cielo a noi, che noi a la luna" (Giordano Bruno)

Emanuele De Gasperis "Ascention", per clarinetto, arpa e vibrafono
Erika Fossi arpa, Luca Giuliani cl., Alfonso Bentivoglio vibr.

Jacopo Petrucci "Preludio e fantasia", per pianoforte
Jacopo Petrucci pf.
"The dark side of the moon" (Pink Floyd)

Federico Santori "Mare tranquillitatis", per violoncello e pianoforte
Claudia Scialò v.cello, Federico Santori pf.

Andrei Popescu "Primi passi", per clarinetto basso e percussioni
Luca Giuliani cl.basso, Alfonso Bentivoglio e Daniele Ciocca perc.

Lorenzo Pasqualucci e Andrei O. Popescu al festival MusAnima 2019

Tra il 7 e il 19 Maggio 2019 ha avuto luogo la seconda edizione del festival MusAnima, dedicato alla musica d'oggi, organizzato dall'Istituzione Sinfonica Abruzzese e curato dal direttore artistico Stefano Taglietti.

Un programma ricco di ben undici concerti, di cui due tenuti presso l’Auditorium Shikeru Ban del nostro Conservatorio dove, accanto a nomi noti della scena musicale italiana, sono stati eseguiti in prima assoluta nove nuovi lavori di altrettanti studenti di Composizione dei Conservatori di L’Aquila, Pescara, Teramo, Fermo, Latina e Frosinone.
Tra questi segnaliamo i due allievi del Conservatorio dell'Aquila, Lorenzo Pasqualucci e Andrei O. Popescu che, per questa importante occasione, hanno scritto dei nuovi brani per orchestra:

Lorenzo Pasqualucci, “La terra alle porte del vento”
Andrei Octavian Popescu, “Primo movimento”


Ad eseguirli l’Orchestra dell'ISA, diretta da Marco Moresco.

Federico Santori nel progetto italo-ungherese
“Modern Musici Aquincum”

Ideato da Pierluigi Ruggiero e Andrea Szász, il progetto nasce dalla collaborazione fra la Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli” e l’Associazione Espressione d’Arte, unitamente al Conservatorio di Musica “Alfredo Casella” dell’Aquila, l’Accademia “Ferenc Liszt” di Budapest, l’Istituto Italiano di Cultura di Budapest e l’Accademia d’Ungheria di Roma.
Ai giovani compositori Federico Santori (allievo del Maestro Della Sciucca del Conservatorio dell'Aquila) e all’ungherese Patrick Gergely Oláh sono state commissionate due nuove opere per un ensemble con l’organico di clarinetto, violino, violoncello e pianoforte:
Federico Santori, “Ciclo stellare”
Patrick Gergely Oláh, “Meine Qual”

I due lavori sono stati eseguiti da giovani strumentisti italiani e ungheresi provenienti dal Conservatorio di Musica dell’Aquila e dall’Accademia LIstz di Budapest, insieme a brani di autori italiani ed ungheresi affidati al Modern Musici Aquincum (Patrizia Cigna, soprano, Peter Szücs, clarinetto, Zoltan Bánfalvi, violino, Pierluigi Ruggiero, violoncello, Luciano Di Giandomenico, pianoforte).

Il concerto, preceduto da un’anteprima presso l’Istituto Balassi - Accademia d’Ungheria in Roma (venerdì 26 aprile), si è tenuto il 28 aprile, presso l’Auditorium del Parco dell’Aquila, all’interno del cartellone della Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli”.

 

Il 17 ottobre 2019 si è replicato Budapest, presso l'Auditorium del Budapest Music Center in occasione del Contemporary Arts Festival di Budapest, il concerto del progetto Italia-Ungheria “Modern Musici Aquincum” che ha coinvolto il giovane compositore Federico Santori. Il suo quartetto intitolato “Ciclo Stellare” è stato presentato in prima nazionale  eseguito da due studenti del Conservatorio Casella (il pianista Daniele Boidi e il clarinettista Luca Giuliani) e due studenti dell'Accademia Ferenc Liszt di Budapest (la violinista Virág Hevízí e il violoncellista Péter Friderikusz). 

Presente al concerto anche il celebre compositore Péter Eötvös.

CONCERTO degli studenti di Composizione dedicato al 50° del 1968

Venerdì 26 ottobre 2018, ore 15.30 - Auditorium Shigeru Ban

Programma

Sebastian De Amicis "Remember ‘68", per pianoforte. Alin Matei pf.
Ispirato alle musiche del film “C’era una volta il West

Francesco Serone "Repubblica delle Rose", per sax soprano e sax baritono. Samuele Cocciolone sax soprano, Francesco Serone sax baritono
La Repubblica delle Rose, piattaforma artificiale, dichiarò la sua indipendenza il 1 maggio 1968, ad opera dell’ing. Giorgio Rosa. Fu successivamente occupata e distrutta dalla Marina Militare

Emanuele De Gasperis "Face", per pianoforte. Daniele Lombardi pf.
Riferimento al testo di All Along the Watchtower, canzone di Bob Dylan pubblicata nel 1968

Simone Morgia "La dittatura del desiderio", per flauto traverso e pianoforte. Angelo Mordente fl., Simone Morgia pf.
Due momenti musicali: 1. Scontri a Valle Giulia, Roma, tra polizia e universitari; 2. Riflessione sul lascito del ’68

Marco Pennese "Or-mai", per nastro e chitarra amplificata. Marco Pennese chitarra, Claudia Rinaldi regia del suono.
Paesaggio sonoro in memoria di Mario Castelnuovo Tedesco 1895-1968

Andrea Baiocco "Nightmare", per violino, violoncello e pianoforte. Jacopo Petrucci pf.
Descrizione, con aggressività e sarcasmo, della Primavera di Praga, che da una fase liberale e democratizzante, si conclude con l’invasione sovietica

Giuseppe De Cusatis "Natura Morta", per 4 chitarre e mezzosoprano. Valerio Cugini chit. 1, Mirko Zanotti chit. 2, Lorenzo Pasqualucci chit. 3, Giuseppe De Cusatis chit. 4, Maria Cristina Filosofi voce.
“Incespicare”, poesia di Eugenio Montale, inserita in Satura II, dattiloscritto originale del 1968

Jacopo Petrucci "2001: L’alba dell’uomo/Il monolito/HAL 9000/Giove e oltre l’infinito", per pianoforte, violino e viola. Jacopo Petrucci pf, Andrea Petricca violino, Giulio Sbernardori viola.
Ispirato al film “2001: Odissea nello spazio” di Stanley Kubrick, girato nel 1968

Daniele Lombardi "La Dame au cheveux d’or", per clarinetto e pianoforte. Luca Giuliani cl., Daniele Lombardi pf.
Dal tema di Romeo e Giulietta di Nino Rota, scritto nel ’68

Fabrizio Rossi 1968 per pianoforte. Fabrizio Rossi pf.
Insieme delle altezze corrispondenti alle cifre 1968 secondo l’analisi insiemistica

Andrei Popescu "Barcarola", per sax soprano e pianoforte. Matteo Di Giuliani sax soprano, Francesca D’Alessio pf.
Ispirata alla poesia “Junio 1968” di J. L. Borges

Attilio Foresta Martin e Lorenzo Pasqualucci vincono la residenza artistica "Sillumina"

“Sillumina – copia privata per i giovani, per la cultura” promosso dalla SIAE e dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, sull’area di intervento “Residenze Artistiche e Formazione 2018”

La commissione giudicatrice composta dal Presidente della Società dei Concerti "B.Barattelli", il compositore Giorgio Battistelli, il direttore artistico Fabrizio Pezzopane e il Maestro del Coro di Voci Bianche Stefano Baiocco, ha comunicato i nominativi dei candidati risultati selezionati alla “residenza artistica (a L’Aquila) della durata di 6 mesi”, n. 3 compositori e n. 1 direttori d’orchestra:

Attilio Foresta Martin (Roma, già allievo del Conservatorio "Casella" con il M° Claudio Perugini)
Lorenzo Pasqualucci (Genzano di Roma, allievo del Conservatorio "Casella" con il M° Mauro Cardi)
Dario Sciarra (Palena – Chieti)
Fabio Conochiella (Vibo Valentia, residente a Varese)

Ilkay Bora Öder, Federico Santori e Sandro Savagnone
al festival MusAnima

Tra il 18 e il 27 Maggio 2018 ha avuto luogo il festival MusAnima, un festival sulla musica d'oggi, organizzato dall'Istituzione Sinfonica Abruzzese e curato dal direttore artistico Stefano Taglietti.

In programma, accanto a nomi noti della scena musicale italiana, sei nuovi lavori di altrettanti studenti di Composizione dei Conservatori abruzzesi di L’Aquila, Pescara e Teramo. Tra questi segnaliamo i tre allievi del Conservatorio dell'Aquila: Ilkay Bora Öder, Federico Santori e Sandro Savagnone che, per questa importante occasione, hanno scritto dei nuovi brani per l’Orchestra sinfonica abruzzese:
Ilkay Bora Öder, Çelişki
Federico Santori, Il sonno della ragione
Sandro Savagnone, Divertimento

Ad eseguire i dodici brani del programma l’Orchestra dell'Istituzione Sinfonica Abruzzese, diretta da Marco Moresco.

Recensione del Giornale della Musica

 

Andrei O. Popescu vince la quarta edizione del prestigioso International Competition of Sacred Music Composition
"Papa Benedetto XVI"

Il 30 Aprile 2016 si è tenuto a Roma, presso la prestigiosa Sala Accademica del Pontificio Istituto di Musica Sacra, il concerto per la premiazione dei vincitori del 4° International Competition of Sacred Music Composition "Papa Benedetto XVI", concorso nel quale Andrei O. Popescu (studente di Composizione nella classe del M° M.Della Sciucca) ha conseguito il secondo premio (primo premio non assegnato) con la composizione del brano "Misericordia" per mezzosoprano, violino e pianoforte. La commissione giudicatrice, presieduta dal compositore Erkki-Sven Tüür, e composta da Angelo Inglese (direttore artistico), Teresa Procaccini, Francesco Antonioni e Maria Luisa Balza, ha assegnato il secondo e terzo premio, rispettivamente ad Andrei O. Popescu e Matteo Maria Salvo. L’esecuzione dei brani vincitori è stata affidata a Gabriela Popescu (mezzosoprano), Francesco Malatesta (violino) e Cesare Grassi (Pianoforte).

Carlo Ferdinando de Nardis, Paolo Fradiani, Francesco Sbraccia vincono la residenza artistica "Sillumina"

“Sillumina – copia privata per i giovani, per la cultura” promosso dalla SIAE e dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, sull’area di intervento “Residenze Artistiche e Formazione 2016”

La commissione giudicatrice composta dal Presidente della Società dei Concerti "B.Barattelli", il compositore Giorgio Battistelli, il direttore artistico Fabrizio Pezzopane e il Maestro del Coro di Voci Bianche Stefano Baiocco, ha comunicato i nominativi dei candidati risultati selezionati alla “residenza artistica (a L’Aquila) della durata di 6 mesi”, n. 3 compositori e n. 2 direttori d’orchestra:

Carlo Ferdinando de Nardis (L’Aquila - Composizione; già allievo del Conservatorio "Casella" con il M° Mariella Di Giovannantonio)
Paolo Fradiani (Avezzano - Composizione; già allievo del Conservatorio "Casella" con il M° Mauro Cardi)

Francesco Sbraccia (Teramo - Composizione; allievo del Conservatorio "Casella", nella classe del M° Marco Della Sciucca)
Gabriele Centorbi (Empoli - Direzione)

Giordano Ferranti (
Roma - Direzione; allievo del Conservatorio "Casella" nella classe del M° Marcello Bufalini)

Premio Nazionale delle Arti 2015 a Nil Venditti, Francesco Mammola, Massimiliano Cerioni e Paolo Fradiani

Tre studenti del Conservatorio “Alfredo Casella”, Nil Venditti (Direzione d'orchestra - allieva del M° Marcello Bufalini), Francesco Mammola (mandolino - allievo del M° Fabio Giudice) e Massimiliano Cerioni (Composizioni Musicali Elettroacustiche, della classe del M° Cristina De Amicis) hanno conquistato nel 2015 il Premio Abbado, prestigioso riconoscimento assegnato nell’ambito del IX Premio Nazionale delle Arti, il concorso musicale e artistico che coinvolge gli studenti migliori di tutte le scuole di alta formazione artistica e musicale presenti sul territorio nazionale.
Nella stessa edizione Paolo Fradiani, (Composizione, allievo del M° Mauro Cardi), ha vinto il quarto premio.

Paolo Fradiani, Riccardo la Chioma e Carlo Ferdinando de Nardis
vincitori del Premio Arpissima 2014

L'11 Aprile 2014 si è tenuto il Concerto inaugurale, dell’ensemble "Insieme a corde vuote per l’Aquila". Il gruppo, ideato dal M° Maria Di Giulio, si pone l’obiettivo di promuovere la musica originale per ensemble d’arpe.

Con l’occasione della Rassegna ARPISSIMA, il Conservatorio Casella ha promosso, pertanto, una collaborazione fra la classe di Arpa e le classi di Composizione, invitando giovani compositori a scrivere nuovi pezzi per questo tipo di formazione.

Una procedura selettiva, svolta a cura di una commissione interna con la supervisione del M° Rosario Mirigliano in qualità di membro esterno, ha scelto pertanto tre pezzi:
"Farbenquartett" per quattro arpe di Paolo Fradiani (allievo del M° Mauro Cardi);
"Duan VI" di Riccardo la Chioma (allievo del M° Mauro Cardi);
"L’Asino d’oro" di Carlo Ferdinando de Nardis (allievo del M° Mariella Di Giovannantonio).